Primo prestito dopo aver fatto un piccolo finanziamento. Quanto si può chiedere?

In virtù del fatto che Lei ha già fatto un piccolo finanziamento non si deve considerare al primo prestito e quindi ha maggiori possibilità di riuscita
Domanda:

secondo prestito dopo finanziamento Iphone
vorrei sapere per la prima volta che chiedo prestiti. quanto potrei chiedere? ho gia comprato iphone a rate

(Domanda inserita il 17-10-2019 sulla pagina: Il Paradosso del primo prestito. Perché la prima volta viene spesso negato?)


Risposta:
Gentile Utente,
nella misura in cui Lei ha già comprato un oggetto con un finanziamento la strada per ottenere ulteriore credito può essere agevolata.
In realtà ci sono diversi possibili eventi che si possono essere verificati:
  1. Lei ha comprato l'Iphone con un finanziamento ed ha pagato tutte le rate senza problemi
  2. Lei ha acquistato lo smartphone ma sta ancora pagando le rate
  3. Lei, sempre dopo aver ottenuto il finanziamento, ha pagato le rate ma con discontinuità, ad esempio saltandone qualcuna o proprio non pagandola.
Ognuna di queste opzioni ha influenza sull'esito di una richiesta di un nuovo prestito. Vediamo, punto per punto, come e con quali effetti:
  1. Tutte le rate pagate senza problemi? E' la migliore delle condizioni in quanto Lei si è dimostrato un "buon pagatore". E' dunque il cliente ideale di ogni finanziaria in quanto da questo Suo comportamento si può prevedere che, se ha pagato una prima volta, ci sono buone possibilità che paghi nelle prossime occasioni.
  2. Sta ancora pagando? Ebbene qui le cose si complicano un po' perché la finanziaria non può sapere se Lei abitualmente porta fino in fondo il pagamento dei Suoi debiti. In sostanza loro si chiedono "fino ad adesso ha pagato, ma in futuro?" e non essendoci altri prestiti nel Suo passato non possono farsi una idea. La richiesta di prestito probabilmente non passerebbe e Le direbbero di finire prima di pagare lo smartphone.
  3. Ha pagato con discontinuità o non ha pagato? Ebbene il prestito verrà negato sicuramente. Potrà essere erogato solo dopo che Lei regolarizzi la Sua posizione per le rate saltate e, dal momento che mette a posto le cose, inizierà un periodo lungo fino a trentasei mesi in cui sarà interdetto dalla possibilità di chiedere nuovi prestiti. Può leggere al riguardo l'articolo Verifica e cancellazione dalla CRIF.
Fatta chiarezza sulla Sua posizione di partenza passiamo a determinare quanto potrà chiedere.
In primo luogo determiniamo la rata; in sostanza deve prendere la Sua retribuzione e dividerla per cinque. Il valore che viene è la rata massima che può sostenere.

Poi va definità la forma di prestito perché essa incide sulla durata: se Lei è particolarmente giovane e lavora da poco tempo (due -tre anni) e magari nel privato o come autonomo la durata massima ammessa è generalmente di 60 / 72 mesi. Se, invece, ha qualche anno in più e lavora per un ente pubblico o statale o per una granze azienda SpA, potendo accedere alla cessione del quinto, potrà accedere a durata massima, ossia 120 mesi.

Infine si deve vedere quale tasso avrà il prestito. Per avere una idea di massima può utilizzare il tasso medio rilevato trimestralmente dalla Banca d'Italia che attualmente è pari al 10,01%.

Con questi tre dati potrà autonomamente farsi il calcolo di quanto può ottenere usando lo strumento alla pagina: Calcolo importo prestito sapendo la rata.

Il risultato che otterrà è per buona approssimazione quello che Le direbbero in finanziaria. Essendo una approssimazione consideri un certo margine in più o in meno perché le variabili in gioco sono molte e le finanziarie le possono calcolare in maniera diversa.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 17-10-2019




Valutazione dell'articolo
Primo prestito dopo aver fatto un piccolo finanziamento. Quanto si può chiedere? Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato