Cinquecento euro mensili di reddito da locazione, a che prestito si può accedere?

Le varie forme possibili di reddito non sono tutte utilizzabili quali garanzia per un prestito. Vediamo cosa si può ottenere con i 500 euro mensili di questo caso specifico.
Domanda:

prestito ottenibile con reddito da locazione di 500 euro mensili
Salve è possibile accedere ad un prestito con un contratto regolare di affitto di mia proprietà con reddito di euro 500 mensili

(Domanda inserita il 09-05-2024 sulla pagina: Prestito con reddito da locazione (affitto di immobili, terreni o beni))


Risposta:
Gentile Utente,
il finanziamento che si può ricevere con un determinato reddito è dato dalla capacità di pagare la relativa rata, la disponibilità del reddito per tutta la durata del finanziamento, le garanzie esplicite ed implicite che danno alla finanziaria la possibilità di correre il rischio di erogare.
Vediamo dunque di capire cosa implicano i punti indicati:
  • "la capacità di pagare la rata" significa poter distrarre dal proprio reddito fino a circa il 20% del totale senza avere troppi contraccolpi sul proprio bilancio.
    A fronte di un reddito di 500 euro il 20% si attesta a 100 euro.
    Lei, in assenza di altri redditi, dovrebbe proseguire con il Suo stile di vita dopo aver visto il Suo reddito disponibile calare da 500 euro a 400 euro.
  • "la disponibilità del reddito per tutta la durata del finanziamento" è invece la ragionevole certezza che questo reddito continui ad fluire sino al pagamento dell'ultima rata del prestito.
    Non è un caso che vengano finanziati con maggior facilità i lavoratori con contratto a tempo indeterminato: a meno di gravi problemi (licenziamento / dimissioni) per loro il reddito sarà disponibile sicuramente fino ad esaurimento del periodo di rimborso.
  • "disponibilità di garanzie" significa invece che, venuta meno la possibilità di pagare la rata ecco che viene comunque garantito alla finanziaria di recuperare il proprio capitale e gli interessi mediante altre vie.
    Per tornare all'esempio del lavoratore dipendente, qualora venisse licenziato o si dimettesse ecco che la finanziaria andrà a rivalersi sulla liquidazione del debitore.
    Se invece non si arrivasse a licenziamento ma il debitore decidesse in maniera fraudolenta di non pagare le rate ecco che la finanziaria potrebbe rivalersi mediante un pignoramento in busta paga.


Ora rivediamo questi tre punti nella Sua condizione specifica:
  • Con un reddito di 500 euro, di qualsivoglia provenienza, non si può accedere ad un prestito.
    Se ad esempio Lei fosse un lavoratore a tempo indeterminato con un reddito netto di 500 euro al mese non potrebbe comunque essere finanziato, nonostante la presenza dell'ottimo contratto di lavoro, perché quello che avanza, i 400 euro, non convincerebbero nessuna finanziaria che tale cifra sarebbe sufficiente per Lei a vivere in maniera dignitosa.
    In più verrebbe meno anche il discorso di una eventuale rivalsa forzosa in caso di mancati pagamenti perché su un reddito così basso non si può per legge arrivare ad un pignoramento.
  • Sul discorso disponibilità del reddito per tutta la durata del prestito si inserisce un ulteriore problematica: un contratto di locazione non ha, agli occhi della finanziaria, la stessa forza e tutela legale di un contratto di lavoro.
    Questo punto è ben spiegato anche nella pagina che ha già letto.
  • Non ci sono garanzie implicite in questo quadro:
    se domani il locatario smette di pagare l'affitto verrebbe meno il reddito e, a cascata, verrebbe meno la Sua capacità di pagare la rata.
    Cosa potrebbe fare la finanziaria in una evenienza del genere? Praticamente nulla se non accodarsi ad altri creditori (se ve ne sono) e attendere che Lei acquisisca nuovamente fonte di reddito per aggredirlo mediante azione legale.


Da quanto abbiamo scritto e cercato di esplicitare il meglio possibile, a nostro modo di vedere non vi è alcuna possibilità che Lei possa accedere ad un prestito con questa configurazione reddituale.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 09-05-2024

Reddito da immobili in essere da venticinque anni, perché ho meno solvibilità di un impiegato?
La solvibilità non è l'unico parametro che le finanziarie ricercano. Capiamo insieme cosa altro occorre per essere finanziati.
leggi di più

Mutuo da 260.000 euro cointestato ad un amministratore di srl e un percettore di redditi da locazione. Possibile?
Il mutuo potrebbe essere erogato, ma le garanzie da utilizzare sono in dubbio. Distinguiamo le due fonti di reddito.
leggi di più

Prestito di 7.000 euro a studente con reddito da affitto di 1.900 euro mensili. Si può richiedere?
Il reddito proveniente da attività extra lavorative comporta sempre delle limitazioni nel richiedere un prestito. A ciò si aggiunge almeno un altro fattore problematico specifico.
leggi di più

Prestito su Postepay Evolution da 3.000 euro con reddito da locazione. Obiettivo raggiungibile?
Il reddito da locazione non è generalmente accettato a garanzia per un prestito.
leggi di più

Perché le banche preferiscono un dipendente ad una persona con immobili intestati per erogare i loro prestiti?
Il cuore della questione è il rischio che le banche corrono nel finanziare i cliente e nella conoscenza ed efficacia delle operazioni volte al recupero crediti in caso di inadempienze.
leggi di più

icona box votazione pagina
Valutazione dell'articolo
Cinquecento euro mensili di reddito da locazione, a che prestito si può accedere? Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:Articolo ancora non votato